Inverosimile Guido!


Guido Cossard, durante la lavorazione di un vaso neolitico.

A forza di stare con la testa fra le stelle a fantasticare di cieli perduti, di coppelle-pleiadi, di sassi-sistemi solari, il nostro assessore, Guido Cossard, ha maturato comportamenti a dir poco surreali. Nell’ultimo Consiglio comunale alla legittima domanda, posta dall’opposizione per avere chiarimenti sulle spese sostenute per la Cittadella dei Giovani, il nostro risponde piccato che simile richiesta ha dell’inverosimile. Che non si è mai visto dai tempi del dio Amon e ancor prima, che un amministratore pubblico dovesse render conto del proprio operato. Sfinito dalle pressioni dei consiglieri, colpevoli di essere troppo terra terra, li dirige verso i propri uffici: che siano le segretarie a disbrigare tali banalissime faccende! E’ probabile che simile atteggiamento sia dovuto a totale ignoranza: l’assessore non sa un cazzo di quello che gli succede intorno alla scrivania. E’ anche probabile che in Consiglio comunale Cossard dorma e quindi il risveglio, dalle nebulose della sua fervida immaginazione, lo abbia totalmente shoccato e colto impreparato. Oppure, il dubbio è consentito, c’è qualcosa che voglia tener nascosto. Per venirne fuori non proprio gobbo, l’Archeo-Guido dovrebbe rendere pubbliche le spese sostenute dal suo assessorato, e poi sostituire la politica con il più magico universo. Un vantaggio suo e soprattutto nostro.

____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Artisti in provincia, Commenti vari, Folclore valdostano, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

46 commenti su “Inverosimile Guido!”

  1. pippopippoao Says:

    a casaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!! ma subito!!!!

  2. giancarlo borluzzi Says:

    Quanto scrivo non c’entra nulla con Cossard, ma… non c’è la possibilità di utilizzare lo spazio per i commenti di un post che è sparito o non è mai nato. Voglio dire che buzzobuono ha composto un post che reputo erratissimo e di pessimissimo gusto, l’ho visto tra le mie mails in quanto da voi inviatomi e l’ho cestinato. Ora, entrando in questo sito, non l’ho trovato, sono tornato nella mia mail e ho rispedito il post di buzzobuono tra la posta arrivatami e l’ho riaperto, ma … 414 not found! Cosa è successo? Oltretutto la data, rimasta come la firma, è del 23 marzo anche se arrivatomi oggi… Indovino se dico che avete giustamente fatto marcia indietro per non urtare sensibilità dopo che qualcuno vi ha fatto notare la pietosità del post?

  3. buzzobuono Says:

    Nessuna marcia indietro e perché mai? Ho semplicemete sbagliato data, ma non l’ho inviato per e-mail. Siamo contrari alla strage degli innocenti, anche questa è questione di sensibilità. Qualcuno urta la nostra, è concesso?

  4. giancarlo borluzzi Says:

    Non ci capisco niente. Per e-mail mi è arrivato tale post che qui non vedo. Buzzobuono inventa che tale post a me non sarebbe arrivato, ma come avrei potuto averne conoscenza? Manca l’ammissione della retromarcia insita nel non averlo fatto apparire qui. Un commento al post? Deformazione ingigantente fatti assolutamente marginali, il tutto a causa di una visione preconcetta. Per chi fosse all’oscuro di quanto in oggetto: la politica non c’entra per nulla.

  5. raz-les-bolles Says:

    Et voilà, ora che si sa che Berlu ha vinto in Italia, possiamo anche ipotizzare con chi l’UV governerà Aosta. E così l’inverosimile Guido continuerà a sognare sulla cadrega di Assessur. A Guido, facce sognà! Bye bye bye Tonino & company.

  6. bruno courthoud Says:

    ma cosa aspetta ancora la Lega locale (UV) ad ufficializzare le sue nozze d’Amore?

  7. Mahdi Says:

    Vero. In realtà, l’accordo era comunque stato fatto. Ma la vittoria della Lega e del PdL darà un alibi supplementare alla manovra e rappresenterà un buon effetto di lancio. L’UV dovrà solo presentarsi come il leale partner locale del PdL, come la Lega nel resto del Nord, per assicurarsi altri lunghi anni di intenso e indisturbato saccheggio. Ora però Donzel dovrà inventarsi qualcosa di nuovo per giustificare il suo lavoro di ascaro a favore dell’UV, che non ha ovviamente alcuna intenzione di cessare. Aspettiamo in proposito nuove dal corifeo Protassoni.
    A proposito di opposizione: qualcuno ha notizie di Alpe? Esiste ancora?

  8. bruno courthoud Says:

    povero PDonzel, mi fa una pena … .

  9. michel Says:

    tranquillo tranquillo…esiste ancora e prepara le primarie x proporre una alternativa all’Uv,Pdl,lega.
    Certo che l’accordo tra loro è già stato fatto.L’ha detto anche Gasparri ieri notte…

  10. lamontanara Says:

    Tra poco ci saranno le Primarie, l’undici per esattezza, conosceremo così i candidati di quello che resta del centrosinistra. Ha ragione Patuasia a fare campagna contro l’astensionismo e votare IdV non porta a un fico di niente. Sperare non costa niente…

  11. michel Says:

    Certo,un invito a votare…
    La partecipazione popolare è molto importante.
    E l’astensionismo è sempre più in aumento.

  12. bruno courthoud Says:

    ma quando da votare c’è solo UV, che scelta ha l’elettore? certo può votare, scheda bianca.

  13. bruno courthoud Says:

    ma quand’è che un politico nostrano rilascerà uno straccio di dichiarazione sulle elezioni appena concluse? hanno paura di parlare o sono in altre faccende affaccendati? Non ho ancora letto niente, neanche da parte di chi dovrebbe fare salti di gioia.

  14. raz-les-bolles Says:

    Michel, è triste, ma anche l’Alpe, in cui in molti avevamo creduto, inizia a lasciar trasparire un certo modo di truschinare dietro le quinte e di giocare non proprio pulito, da parte di chi non ha mai smesso di fare politica come l’ha sempre fatta quand’era nella Casa madre dell’Union….. che cosa ci resta? la disperazione……

  15. bruno courthoud Says:

    mi piacerebbe conoscere qual è la posizione e l’opinione dell’Alpe sullo spoil’s system alla valpellinentze in vigore in valle d’aosta, e di cui si sta discutendo una riforma in senso ancora peggiore! I politici (l’UV) adesso nominano anche i primari ospedialeri, e ormai lo fanno apertamente, senza pudore! chi ha il coraggio di denunciare e di combattere apertamente lo spoil’s system alla valpeullinentze (definizione di eddy ottoz) o va bene a tutti così (oggi a me, domani a te?)
    p.s. ne ha appena beneficiato anche franco vallet!

  16. bruno courthoud Says:

    p.s.2: franco vallet, a suo tempo, ha demansionato il sottoscritto e, interpellato direttamente, non è stato in grado di rispondere ad una banalissima e semplice domanda: quali fossero i miei compiti e le mie mansioni! Davanti al giudice ha ovviamente negato il demansionamento, quando poi il giudice, pur respingendo il mio ricorso, me ne ha riconosciuto DUE (misteri della giustizia, ma questo è un altro discorso).

  17. bruno courthoud Says:

    due anni su sei, volevo dire!

  18. Mahdi Says:

    Michel, ho visto anch’io i cartelloni in cui si invita a votare. Ma non esiste, salvo errore, un sito web del partito, non stampano un giornale, non si sentono prese di posizione, non si vedono i nostri “alpini” sul territorio parlare con la gente, si vocifera addirittura di molti comuni in cui Alpe lascerebbe presentare una sola lista, quella UV. A farla breve: non si capisce se Alpe sia davvero opposizione e perché dovremmo votarla. Proprio sicuri che sia stata una scelta intelligente dividere le poltroncine dirigenziali tra, rimaniamo educati, politici di lungo corso? Non era forse la creazione del partito almeno l’occasione di lanciare in politica qualcuno di meno stagionato, più energico e soprattutto non infetto da ruoli passati al servizio dell’UV (leggi: senza scheletri nell’armadio)?

  19. michel Says:

    Ehh Mahdi,il sito e il giornale arriveranno…Il problema è il tempo,siamo appena nti e quindi non ‘è ancora tutta la macchina organizzativa x poter arrivare a sito e giornale.
    Ma anche nell’ultima riunione ho sentito qualcuno chene sollecitava la creazione.
    Io non sono un politico di lungo corso,ma posso dire che sia a Renouveau prima e ad Alpe adesso vedo un buon clima di collaborazione che a mio avviso porterà a dare delle risposte concrete ai cittadini e alla Valle d’Aosta.
    Io nel mio piccolo l’impegno ce lo metto e vedo anche molti altri che sono della mia stessa opinione.


  20. @mahdi: siccome sono un ignorante metalmeccanico non so’ cosa voglia dire “corifeo”. Please? Riguardo alle intenzioni di Donzel sembri ben informato. Posso sapere da te cosa faremo? e anche cosa farò io già che ci sei? Thanks. Per quanto riguarda la tua prima affermazione sono d’accordo. Purtroppo ora l’UV ha una scusa in più per allearsi a destra… e soprattutto con la Lega. Avremo anche noi gli asili riservati ai non-mussulmani, le ronde e i rastrellamenti, casa per casa, in nome del Natale. E magari qualche consigliere regionale come Renzo Bossi… ma questi forse ci sono già

  21. frecciarossa Says:

    Michel, quando si fonda un partito, io credo che contemporaneamente debba esserci tutto il corollario necessario: sito web, giornale ecc. Il fatto che l’ALPE si presenti alle elezioni comunali così sguarnita denuncia dilettantismo, altro che politici di lungo corso, questi sono ragazzini delle medie! E lo dico con la morte nel cuore!

  22. Mahdi Says:

    corifeo [co-ri-fè-o] s.m.
    1 Nella tragedia greca antica, capo del coro
    2 fig. (f. -a) In tono iron. o scherz., promotore di un’iniziativa politica o culturale: farsi c. della protesta.
    Avrei forse dovuto scrivere portavoce, ma il brio da lei messo nel difendere l’indifendibile mi sembrava meritare un riconoscimento. Mi scuso peraltro per aver scritto il suo cognome con due s.
    Per il resto, temo che la risposta confermi quanto si sapeva e temeva: il PD, pur respinto, rimane alla porta nella speranza di godere nuovamente dei favori dell’UV o perlomeno di poter raccogliere le briciole lasciate dal pantagruelico banchetto che si annuncia e dal quale sarà, almeno ufficialmente, escluso. Prima ancora che squallido sembra politicamente suicidario, ancorché, non sapendo quali vantaggi questa linea presenti agli occhi di chi l’ha indicata, nessuno di noi sia in grado di valutare compiutamente l’operazione.
    Quanto all’Alpe, che si muove con lentezza di un bue ormai macellando più che con l’agressività di un combattivo galletto, temo ci voglia altro per impensierire l’UV o suscitare entusiasmo. Se però, come viene certificato, il clima all’interno è buono e cooperativo, i fondatori di Alpe saranno comunque riusciti a creare un simpatico circolo associativo di amici attentamente selezionati. Non un partito politico né tantomeno un’alternativa all’UV, ma certo meglio di niente. Quasi quasi, potrebbe chiedere ufficialmente, e non solo uti singuli, un contributo di funzionamento alla RAVA, in quanto soggetto a-politico impegnato nella diffusione di tradizionali commedie valdostane.

  23. patuasia Says:

    Tanto cinismo l’ALPE se lo merita!

  24. michel Says:

    Il problema del sito e del giornale penso che parta dal fatto che finchè non c’era un direttivo non si potevano fare gruppi di lavoro.Sulla lentezza e la poca aggressività non mi preoccuperei…
    Al Pd in campo nazionale cosa è servito essere aggressivi e scattanti????

  25. patuasia Says:

    Michel, non si tratta di essere aggressivi e scattanti, si tratta di essere puntuali! E comunque i partiti più aggressivi hanno portato a casa buoni risultati, vedi alla voce IdV e Grillo.

  26. raz-les-bolles Says:

    Michel, visto che non mi hai risposto ti ripropongo quanto già scritto un po’ più su:

    31 marzo 2010 at 09:12
    Michel, è triste, ma anche l’Alpe, in cui in molti avevano (avevamo!!) creduto, inizia a lasciar trasparire un certo modo di truschinare dietro le quinte e di giocare non proprio pulito, da parte di chi non ha mai smesso di fare politica come l’ha sempre fatta quand’era nella Casa madre dell’Union….. Con un esecutivo nominato in modo spettacolare, degno della peggior DC, sotto l’attenta regia di una certa “banda dei 4”. Sarebbe questo il nuovo che “avanza”? era meglio il pasto originale degli “avanzi”, allora…. Che cosa ci resta? la disperazione……

  27. anonimo del seminato Says:

    @Mahdi,
    “Per il resto, temo che la risposta confermi quanto si sapeva e temeva: il PD, pur respinto, rimane alla porta nella speranza di godere nuovamente dei favori dell’UV o perlomeno di poter raccogliere le briciole lasciate dal pantagruelico banchetto che si annuncia e dal quale sarà, almeno ufficialmente, escluso. Prima ancora che squallido sembra politicamente suicidario, ancorché, non sapendo quali vantaggi questa linea presenti agli occhi di chi l’ha indicata, nessuno di noi sia in grado di valutare compiutamente l’operazione.”

    Può darsi che mi sbagli, ma le recenti elezioni regionali hanno dimostrato che non è facendo ammucchiate informi (vedi la Bresso in Piemonte) che si può pensare di costruiore una alternativa e battere l’Uv.
    Ciò che sfugge ai più è che in queste elezioni, diversamente che per le nazionali, non è necessario prendere un voto in più dell’avversario, ma nelle condizioni date è imperativo categorico cercare di portare l’ammucchiata Uv, Sa, Fa, Lega e Pdl sotto il 50% (fosse anche il 49, 9999999%), indipendentemente dal fatto che la coalizione o partito che arriva secondo (in chiaro, che così parteciperà al ballottaggio) abbia preso il 48% oppure il 25%.
    Ne discende che se di matrimonio bisogna parlare, un periodo di fidanzamento forse è necessario.
    Nel frattempo, pur separati, si può correre per un obiettivo comune: far scendere Uv & Co. sotto il 50%.
    E, a mio modesto parere, lo si può anche far meglio correndo separati giacchè, al momento, le due formazioni si rivolgono ad elettori diametralmente opposti: l’Alpe, con linguaggio rude e diretto, cerca di svegliare e galvanizzare quelli “contro a prescindere” e i delusi, il Pd – magari – riesce ad intercettare quei delusi dall’Uv che non digeriranno la svolta a destra ma che mai e poi mai voteranno Alpe.
    Ciò, però, presuppone maturità: il nemico è dal’latra parte del campo…..
    Con immutata stima

  28. patuasia Says:

    “Ciò presuppone maturità”, parole sante!

  29. Mahdi Says:

    Grazie, Anonimo. Concordo appieno. Constato però che il Pd non pare ancora aver capito, a un poco più di mese dalle elezioni, di essere stato scaricato, perlomeno ufficialmente, e ciò malgrado inequivocabili segnali bizzarramente ignorati. Certo, il furbo di cui in un altro post avrà fatto di tutto per intossicarli. Ma credergli è ormai, più che cieca fede, oculato interesse.
    Quanto alla supposta bellicosità di Alpe, non ne vedo traccia se non su Patuasia. Anzi, non vedo traccia di Alpe tout court. A poco più di un mese ecc. viene, magari maliziosamente, da chiedersi se sono solo inetti o peggio. Nei due casi, è deprimente. Per finire: sì, guarda caso il movimento, la proposta, fare vera opposizione premiano. E non sono gli argomenti contro la gestione attuale che mancano. Come mai tutti sono invece così ‘neghittosi’?

  30. frecciarossa Says:

    Mahdi, temo che la causa di tanto ritardo sia banale inettitudine, spero che almeno il candidato sindaco sia all’altezza e che infonda un po’ di entusiasmo. Che tristezza, se almeno la valle fosse stata a suo tempo annessa alla Francia adesso avremmo un altro umore uha uhaaa


  31. Scuse accettate per il nome. Per il “capocoro” meno… Molto più semplicemente condivido la strategia che non e’ quella di aspettare Godot ma di offrire una sponda credibile e seria a chi in quel partito non vuole piegare la Valle a Bossi e Berlusconi. E sopratutto a quei valdostani che hanno votato Uv e che, forse, non vorranno più farlo. Ma il tema vero non e’ la tattica o le alchimie dei partiti. Il tema vero e’ cosa fare di Aosta: se vogliamo provare a farla diventare una porta dell’Europa capace di aprire nuovi orizzonti perché multiculturale, autonoma ed estroversa o se la vogliamo capitale di una autonomia sotto ricatto, eternamente in difesa e funzionale al mantenimento del sistema. Per farlo occorre la tattica di Anonimo, idee nuove e uomini e donne che condividano un disegno. Anche un Po meno di spocchia nei nostri confronti, che non siamo arrivati ieri e che abbiamo una normale intelligenza, non guasterebbe. Ve lo dico col cuore. Basta dedicare energie nell’esercizio dell’astio fra sinistre. Fidatevi e cominciamo la campagna elettorale. Bisogna convincere (ovvero vincere insieme) o no?

  32. Anonimo del seminato Says:

    @madhi, ti corrego, alcuni pare non abbiano ancora capito…..
    Quanto al furbo tutti, ma proprio tutti hanno ormai capito che non uscirá mai, e peraltro mi pare che abbia le sue belle gatte da pelare in casa….
    La bellicosità di Alpe é riferita al modo di fare oppsizione in Consiglio regionale: più attenta a far uscire un comunicato ANSA che ad andare alla sostanza,….. Ma si sa, nelle societá moderne è meglio apparire a qualunque costo, altrimenti la gente non sa che esisti.
    Il problema di fondo é che la politica é cosa seria e i partiti non si inventano, ma si strutturano sul territorio, altrimenti al primo starnuto sparisci (lega ed uv insegnano).
    In ogni caso a maggio ne vedremo delle belle. Dall’altra parte si canta giá vittoria, ma queste non sono regionali, sono comunali e domenica in molte città il voto disgiunto si é fatto sentire ( vedi Lecco e Venezia)….
    Se l’ammucchiata di destra arriva appena sopra il 50%, benché vinca, io la considero una sconfitta: sulla carta hanno oltre il 60% dei consensi…..

  33. bruno courthoud Says:

    insomma, se capisco bene, esiste solo aosta: negli altri comuni non si vota. In tanti comuni, la scelta è tra UV e basta: l’elettore che non vuole essere intercettato dall’UV cosa farà? Il PD e l’Alpe fanno propaganda elettorale come se esistesse solo aosta, negli altri comuni fanno tranquillamente comunella con l’UV, il che la dice lunga, sia sul PD, sia sull’Alpe, tutti per i différents niveaux! (Io non ho il problema, voto ad Aosta, comunque, se voterò, non voterò né per il PD, né per Alpe, che non hanno saputo creare, né l’uno, né l’altra, una proposta alternativa valida su scala regionale).

  34. bruno courthoud Says:

    come sottolineano in questi giorni molti commentatori, il problema dell’italia (e della valle d’aosta, aggiungo io) è il PD, non berlusconi. Se ripercorrete la storia italiana dal 1994 ad oggi, vi renderete conto che se oggi abbiamo berlusconi e la lega, parte del merito va al PDS, DS, PD, … . Grazie PD (ex…).
    p.s. sono tutt’altro che un estremista, mi ritengo un sincero e, credo, onesto democratico, di formazione cristiana, anche se non (più) credente.

  35. michel Says:

    Nei comuni come ho già detto altre volte secondo me si possono fare altre alleanze basta che si vada verso il bene del paese.
    Ad Aosta la logica dovrebbe essere la stessa ma come si sà lì la questione è molto più politica.
    Diciamo come fosse una succursale di Place Deffeyes…

  36. marburg Says:

    @bruno e a quelli che stanno pensando come lui.
    Non vi/ci è bastato il risultato delle regionali in cui, per fare i duri e puri (sport nazionale della sinistra), si è regalata la vittoria alla destra almeno in Piemonte? Cerchiamo di concentrare i voti su movimenti di una quache consistenza altrimenti, come al solito, ci condanniamo non solo all’opposizione, ma anche al minoritarismo.

  37. El Pì Says:

    Comunali Aosta 2005

    Uv/Sa/Fa + Pdl : 53,15%
    Ipotetico Centrosinistra : 46,27%

    Votanti : 73,65%
    Astenuti : 26,35%

    ———————————

    Regionali 2008 (Aosta)

    Uv/Sa/Fa + Pdl : 68,36%
    Centrosinistra : 31,63%

    Votanti : 71,04%
    Astenuti : 28,96%

    ———————————

    NB: la politica non è mera matematica.

  38. Mahdi Says:

    No, ma a ignorare l’aritmetica si rischia grosso. Questo calo dei voti del centro-sinistra, del 15% in valore assoluto ma di ben 31% rispetto al capitale inizialepotenziale, la dice lunga sul “valore” della semplificazione e delle aggregazioni per chi gioca all’opposizione, come d’altronde più volte ben spiegato dall’Anonimo.
    Mi permetto di maramaldeggiare un po’. E’ di poco fa una dichiarazione di Perrin sull’alleanza UV-PdL. Tardiva, rappresenterebbe comunque un progresso rispetto al silenzio pneumatico fino a oggi rispettato. Sennonché, di fronte all’annuncio di quello che tutti sapevano da mesi, cosa dice il Nostro? “Personalmente, per quanto si dica che l’accordo è ormai fatto, ho difficoltà a crederci ed ho ancora molti dubbi sul fatto che questo possa accadere”. In inglese, state of denial. Una condizione più comune di quanto si creda, ma che non rende la persona colpitane particolarmente atta a guidare una formazione politica. Come messaggio politico siamo ormai al “Non è Francesca”, senza contare che anche Mogol è ormai arruolato dall’UV. Patetico.
    Quanto al PD, il silenzio permane. Forse non li hanno informati, magari sono in vacanza, che abbiano chiesto un appuntamento a ‘Gueste, altro “amministratore per il bene comune”, senza ancora essere stati ricevuti? Un cambiamento epocale per una città come Aosta (roccaforte comunista per decenni) viene ufficializzato e questi geni lasciano il povero Protasoni (non se ne abbia a male, ammmiro anzi il suo coraggio e la sua dedizione) solo a cercare di farci credere che il problema è “cosa fare di Aosta”, come se la vittoria nelle urne fosse cosa acquisita una volta conosciuto il frutto della laboriosa riflessione PD. Più che ispirata alla linea dei “différents niveaux”, mi sembra una posizione di un “niveau pitoyable”.

  39. El Pì Says:

    @Mahdi: Io sarei più portato a concedere a Perrin che si tratti più di una strategia elettorale: il vecchio unionista che si sorprende della piega che ha preso il suo ex partito e cerca di intercettare l’ipotetico deluso.. molto Renouveau.. loro non hanno mai rinunciato a questo tipo di approccio.

    Attenzione però, concedere questo non significa che pensi sia una buona strategia. Il rischio più grosso? Avere lo stesso atteggiamento che sarà obbligato a tenere il Pd.

    Il fatto è che non ci si rende conto di essere nel centro-ma-soprattutto-sinistra e che quei voti (quelli di sinistra ppunto) se non li si ramazza bene si rischia di perderli per strada.

    L’IdV uscendo non sta aiutando in questo: paradossalmente ci vogliono più argomentazioni per stare assieme agli autonomisti e sgomitare piuttosto che andarsene per la propria strada. L’IdV ha scelto la strada più semplice probabilmente perchè di argomentazioni non ce ne sono, sperando nel “ci vedranno da soli e penseranno che siamo meglio / voteranno il simbolo / speriamo ci caschino”.

  40. bruno courthoud Says:

    a marburg: quello che dici dovresti dirlo a quanti, come responsabili, sono nell’Alpe e, soprattutto, nel PD, che hanno, per motivi incomprensibili, mandato all’aria un’alleanza e preparato il risultato, ormai scontato, delle prossime elezioni ad aosta! Io non conto proprio niente, e il mio voto sarà del tutto ininfluente in una competizione dal risultato ormai già scritto!

  41. Mahdi Says:

    Michel (o in assenza Patuasia), corre voce che all’interno della fresca, franca, democratica, aperta, leale, innovativa e trasparentissima formazione alpina ci siano stati “assestamenti” nell’organigramma e quindi nelle strutture di potere. Visto che i “gruppi di lavoro” si sono forse costituiti ma evidentemente poco lavorano, stante l’assenza di un sito, di un giornale o di qualsivoglia fonte di informazione diretta all’esterno, puoi dirci cosa sta succedendo? L’operazione “uccidiamo i fondatori” pare sia perfettamente riuscita, siamo tutti d’accordo. Ma dalle ceneri dei cadaveri, a tuo avviso, sta nascendo un partito, una fenice o direttamente una formidabile troia, strutturalmente perdente per sovrammercato? Grazie per ogni informazione che riterrai eventualmente utile condividere.

  42. patuasia Says:

    Non so che idee vi siete fatti sul nostro conto, se abbiamo tifato per l’operazione ALPE l’abbiamo fatto da semplici cittadini, anche ingenui. Per questo non siamo in grado di offrire informazioni su quello che succede all’interno del nuovo partito: non ne sappiamo nulla, tranne quello che leggiamo sui giornali. Il ritardo nella comunicazione è tanto grave quanto inspiegabile. A un mese dalle elezioni, aggiungerei imperdonabile! Rivolgiamo a lei la stessa richiesta: nel caso di nuove nuove ci metta al corrente. Grazie.

  43. Michel Says:

    E normale che date le scadenze che ci aspettano il lavoro maggiore è la preparazione delle comunali e in primo luogo delle primarie.I gruppi di lavoro sono ancora da costituire a quanto mi risulta,se sono stato attento durante l’ultima riunione del direttivo.
    Lo so che ci sono degli aspetti importanti(sito e giornale) ma le cose da fare sarebbero molte e spero che saranno affrontate al più presto…
    Questo è il mio punto di vista.

  44. Anonimo del seminato Says:

    Credo che ne vedremo delle belle, molto più di quanto si creda.
    Le stoccate alla neonata formazione di cdx non necessariamente debbono arrivare dai giornali (che, peraltro, come la rai, leggono gli avvenimenti in una sola direzione).

  45. raz-les-bolles Says:

    Vedo che Michel continua a ignorare le domande sul modo di operare -non proprio nuovo- dell’alpe. Fa male a non rispondere, perché molti cominciano a perdere fiducia, compreso chi scrive che ha sempre sostenuto (quasi) ciecamente questa operazione. A parte sito e giornale, si sarà notato che i giornali delle varie commponenti continuano ad uscire come se niente fosse….Non è che qualcuno, sempre al vertice, offeso dalla simpatica e sbarazzina operazione “facciamo fuori i fondatori”, si sta per caso pentendo?

  46. michel Says:

    Non penso ci sia nessun pentimento da parte di nessuno.Soprattutto partendo dal fatto che questo è un passaggio costituente per arrivare ad un congresso vero e proprio.Dei vari giornali che continuano ad uscire non ne so nulla.L’operazione “sterminiamo i fondatori” non mi sembra esista.C’è stata una esclusione dall’esecutivo di alcuni personaggi di peso ma se ne riparlerà dopo le comunali.Ora l’argomento principale è dare una alternativa credibile ai vari comuni della Valle d’Aosta.
    Poi ci sarà il tempo di fare le opportune riflessioni su tutti gli argomenti di cui parlate.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: