Una Valle-Stato


Di questo passo verranno regionalizzate anche le nostre mutande! Non c’è sosta nella costruzione del Controllo Assoluto: tra breve anche le Ferrovie saranno di competenza regionale (entro la fine del 2011)! La gestione di Trenitalia è stata pessima, ma perché non pensare a un appalto come ha fatto la Bresso? Perché la politica di chez-nous è politica feudale che non vede di buon occhio la libera impresa proprio in quanto libera e non facilmente manovrabile. Verrà regionalizzato anche il contratto degli statali, poi sarà il turno delle Forze dell’Ordine e magari verrà istituito un piccolo esercito… non si sa mai. Insomma si vuole arrivare a una Valle-Stato con i soldi dello Stato. Il Comitato federale dell’Union, intanto, propone un nuovo ciclo di formazione politica al suo interno dal titolo: Se former pour mieux administrer. Che abbiano capito che in fatto di amministrazione sono scarsi? I quattro milioni di euro da pagare a Lefebvre la dicono lunga sul tristissimo capitolo Casinò; la lenta ripresa della tratta aerea Aosta -Roma è eloquente sulla futura capacità regionale di condurre il nuovo aeroporto commerciale e poi il Minuetto che non funziona e che verrà sostituito e bla bla…, eppure Rollandin fa la voce grossa e chiede nuove competenze allo Stato. Noi, meschini di Patuasia news, ci domandiamo ancora una volta e al di là di qualsiasi posizione ideologica: ma sono, saranno in grado di gestirle? Basterà un corsetto in cinque lezioni per formare una classe dirigente che non c’è mai stata?

____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Commenti vari, Degrado morale, Domande, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

7 commenti su “Una Valle-Stato”

  1. raz-les-bolles Says:

    Intanto, oltre al risibile corsetto (in cinque lezioni cosa si pensa di formare?), i maggiorenti della balena rossonera si danno un gran dafare nel controllare attentamente tutte le candidature nei comuni anche più sperduti della Vallée. Bloccandone alcune con “promozioni” ad altri ruoli (nella marea di nomine in enti para-regionali e carrozzoni vari) di consiglieri in liste (targate UV!!!) che si vogliono elegantemente trombare, mettendo veti a collaborazioni con persone non allineate con il potere regionale, benchè unanimemente riconsociute come valide, piazzando elementi di nessuna competenza e affidabilità ma di sicura obbedienza ai poteri forti. Laddove anmministrazioni capaci e indipendenti avevano governato bene (scenario deprecabilissimo per i nostri potenti), si creano dal nulla improbabili nuove liste ricorrendo ad azioni di convincimento da parte di personaggi di primissimo piano nell’Amministrazione regionale, che stanno passando giornate intere a girare casa per casa e stalla per stalla con i soliti metodi (“qui non arriveranno più soldi se non ti candidi con il nostro candidato sindaco”:…”Pensaci bene ad accettare una candidatura con il sindaco attuale se vuoi ancora lavorare…” ecc.). altro che formazione!!!

  2. dagored Says:

    La libera impresa, il privato, non prenderebbe mai una tratta economicamente inutile come la nostra

  3. marburg Says:

    a dagored: certo che se si cerca di piazzare solo la tratta ivrea-aosta non c’è cane che se la prenda. Ma un accordo complessivo con la Regione Piemonte per una sorta di RER biregionale, forse si poteva ipotizzare. Ma noi siamo un’isola… speriamo di non fare la fine dei naufraghi.

  4. galy.leretico Says:

    Vi ricordate Digrava o simile, era la nostra Eni locale con sede a Sarre dove ci si poteva recare per qualsiasi problema. Ora abbiamo ceduto a ENI o Italgas cioè deregionalizzato e non sappiamo più con chi parlare se non con un disco parlante, bella soluzione, bel servizio!Tra due anni????, per il treno, parleremo invece con Marionettaz, che sodisfazione, mi cade la d!

  5. Zanzo Says:

    pensavo, molto preoccupato, a quanto hai detto … E cioè che gli amministratori UV sono “scarsi ad amministrare”, ma fortuntamente ora c’è l’ALPE, l’alternativa!, ma un momento ?!? anche lì è pieno di ex amministratori UV “scarsi ad amministrare”… che incubo! Meno male che la Svizzera è vicina!

  6. tueno Says:

    Scarsi ad amministrare per il bene comune!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: