Retorica pura!


Miiinchia... al diriccente chiù bravo una bella 'nduja di Bosses ci regalai!

L’Union valdotaine scopre la meritocrazia! Dopo aver riempito ogni posto pubblico di parenti, amici, amici degli amici o semplici elettori, adesso rivela l’importanza non più della lingua (quella organica), ma della testa. Lo dice Augusto Rollandin in un articolo sull’ultimo numero del Peuple. Si sa che il Presidente si è sempre circondato di persone capaci, intelligenti, vivaci e soprattutto autonome. Libere di esprimere il proprio parere, anche se negativo, ma pur sempre utile per il confronto e il bene di tutti. Si sa che ha saputo valorizzare le intelligenze locali in quanto risorse da sfruttare per lo sviluppo e il benessere della Valle d’Aosta! L’Union valdotaine ha anche scoperto la semplificazione! Dopo aver riempito gli uffici pubblici, ma non solo, vedi alla voce Casinò, di personale non strettamente necessario, tantomeno qualificato, adesso chiede professionalità! Si appella ai dirigenti (una carrettata!) chiedendo loro, sempre dalla voce del Presidente, di essere capaci di donner des notes positives ou négatives al personale, per imprimere un changement radical concernant l’administration publique. Come se non sapessimo come funziona! Un paio di volte mi sono lamentata della scarsa professionalità dimostrata da alcuni impiegati regionali, bene, in entrambi i casi sono stata redarguita, non dal dirigente, ma dall’assessore in persona! Quegli impiegati erano e probabilmente sono, elettori Union io no! In un ambito geografico così ristretto come il nostro, la Democrazia è pura retorica, campagna elettorale. Tutti controllano tutti. L’elettorato controlla i politici che ne sono schiavi e viceversa. Com’ è allora possibile parlare di semplificazione e soprattutto di meritocrazia? Come si può pensare che le assunzioni non siano più un debito da estinguere post elezioni? Come può Rollandin scrivere che la Regione non deve governare il Comune, quando solo una settimana fa il Consiglio regionale ha invitato i candidati sindaci uscenti a non ripresentarsi come vice-sindaci? Non è forse questa una delle tante interferenze (vedi il comune di Aosta!) che con il federalismo fa a cazzotti? ” S’il n’y a pas l’exemple au niveau national, il est difficile de demander aux autres (les régions) de faire quelque chose qu’on n’est pas capable d’accomplir.” Con queste parole Rollandin si appella al buon esempio e alle responsabilità che deve dare lo Stato alle regioni, noi, gruppetto sparuto di dinosauri in via di estinzione, chiediamo a lui che razza di buon esempio ha dato a tutta la Comunità valdostana? E che cosa si aspetta ora da essa?

____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Commenti vari, Natura Matrigna, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

4 commenti su “Retorica pura!”

  1. bruno courthoud Says:

    ricordo solo che rollandin è stato interdetto dai pubblici uffici per un congruo numero di anni e successivamente graziato dallo stato.
    Per quanto concerne la pubblica amministrazione, i dirigenti ormai sono tutti fedeli dell’UV, li hanno scelti loro! Di che cosa si lamentano? In fondo, in fondo, si danno la zappa sui piedi.
    p.s. è in dirittura d’arrivo la riforma della 45/95, ovvero, al peggio non c’è limite!

  2. teddybear Says:

    Si vede che il populismo di Brunetta ha fatto scuola e le President adesso si sveglia e fa la voce grossa coi suoi dirigenti. Prevedo esercizi di zerbinaggio ancora più spinti in Regione, in attesa della revisione della legge che premierà ancora i migliori (a fare che?). A forza di riforme, nazionali e regionali, gli impiegati pubblici sono sempre più frustrati e demotivati – Fantozzi docet – ed è proprio la mancanza di entusiasmo che crea il fancazzismo e la rassegnazione. Finchè la politica non farà DAVVERO un passo indietro, meglio due, rispetto alla dirigenza, sarà sempre peggio. Ricordatevi che l’esempio viene sempre dall’alto: come si può avere fiducia in un presidente, pregiudicato per reati verso la pubblica amministrazione, e in personaggi messi a dirigere il traffico solo perchè “servi sciocchi”?

  3. bruno courthoud Says:

    la legge 45/95 era il toccasana che doveva risolvere tutto. Così non è stato, le cose sono peggiorate, e di molto, in tutti i sensi, a partire dall’asservimento della dirigenza (e non solo)al politico di turno.
    L’articolo di rollandin deve essere pertanto letto per quel che nasconde: il fallimento dello spoils system previsto dalla legge 45/95 (come da molti previsto già sin da allora, 14 anni fa).

  4. teddybear Says:

    Sono convinto anch’io che la legge 45/95 sia stata un fallimento. Dal punto di vista dello “spirito di appartenenza” ad un’organizzazione ha fatto dei danni tremendi. I dirigenti, nel tentativo di restare a galla, hanno svenduto la residua dignità e abdicato a qualsiasi velleità di indipendenza amministrativa, facendosi molto spesso le scarpe tra di loro. Naturalmente, a cascata, questo gioco al massacro si è riverberato sul personale dipendente di tutti i livelli e chi è stato più lesto o più furbo è stato premiato, gli altri masticano amaro.
    Chi ha fatto senz’altro un buon affare è stata la classe politica che ha potuto disporre di carta bianca. Adesso dopo 14 anni forse qualcuno si rende conto che i risultati pratici non sono stati poi così travolgenti, ma non credo che la riforma andrà nella direzione di cercare persone davvero più meritevoli e capaci alle quali affidare il “timone”. Penso invece che si raffineranno i criteri di selezione secondo gli indirizzi già ben collaudati e che si alzerà ulteriormente la soglia dei compromessi da accettare per poter lavorare.
    Ma siamo sicuri che gli yes-men siano davvero l’unica strada per avere una pubblica amministrazione finalmente efficiente?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: