Striscia la mostra


Visioni moleste

Visioni mortali!

Striscia che ti striscia, la televisione è arrivata sino al castello in St. Rhémy-en-Bosses. Già, il signor Dario Ballantini come pittore non lo conosce nessuno, ma come comico di Mediaset ha la sua bella notorietà. Infatti la Licinio Management, che ne cura gli interessi, non ha pudore nel pubblicizzarlo soprattutto in quanto personaggio televisivo, anche se questo, presumibilmente, farà soffrire l’animo sensibile dell’artista. Ben consapevole che è l’imitatore di Striscia la notizia il vero motore che fa andare avanti il carro.

Così, il castello di St. Léonard, nato per essere la vetrina dell’espressione del territorio, è stato asservito allo share televisivo, diventando una galleria qualsiasi, deprivata del suo genius loci e dove trovano spazio proposte-croste di ogni tipo. Ma quale arte contemporanea! Le visioni sommerse (e tali dovrebbero rimanere!) del Ballantini cercano agganci nell’espressionismo tedesco di cento anni fa, e scivolano miseramente a ogni tentativo nella banalità di un linguaggio scimmiottato che non ha nessuna attinenza con la contemporaneità.

Ma ci si riempie la bocca di frasi fatte come: “fertile dinamismo dell’arte e dei suoi rappresentanti”, e di una larga fetta di prosciutto speziato. Questo sì, molto buono e autentico.

La “strisciata” ci è costata 50.000 euro!

Explore posts in the same categories: Artisti in provincia, Critica

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: