Aosta vocata al cemento, altro che balle!


nel biberon cemento in polvere così ti abitui!

Nel biberon cemento in polvere così ti abitui!

Non è la prima volta che quello scricciolo di donna che è Jeannette Fosson dimostra di possedere quegli attributi che fanno morire di invidia i suoi compagni di partito. Nell’ultimo consiglio comunale ha fatto sentire la sua voce contro l’ennesimo abominio che si sta perpetrando in città: nuovi condomini in via Chabod e in via De La Pierre alti otto piani! Pareti di calcestruzzo che toglieranno la vista sul Grand Combin e che saranno proiettati dentro il cono visuale del parco archeologico, alla facciazza del resuscitato Teatro Romano! Cosa ne pensa il Primo Cittadino sulla ricchezza ambientale e storico-culturale del nostro capoluogo? Nel giro di una settimana il Comune ha presentato al pubblico ben due progetti che prevedono la realizzazione di quasi 200 nuovi alloggi, la domanda che nasce spontanea è: la crescita demografica della città giustifica questi nuovi insediamenti abitativi? Il Centro Storico intanto si svuota di famiglie e lascia gli appartamenti agli uffici, ai magazzini, oppure alle ragnatele: qualcosa NON FUNZIONA! E il tanto pubblicizzato Piano Strategico, Signor Sindaco dove è andato a finire? E la partecipazione dei cittadini sulle scelte che trasformano la loro città dove riposa? E la Sovrintendenza applaude? E i partiti dell’opposizione che dicono? che fanno?

E per finire una bella chicca: sapete chi è il progettista di questi super- condomini? ma sì, proprio lui: l’ingegnere Serafino Pallu, quello della caserma della Finanza crollata e quello dell’utilissimo ponte sul Buthier! L’ingegnere è anche presidente della Commissione edilizia del Comune di Aosta, vi dice niente in fatto di incompatibilità?

Per l’assessore Mauro Baccega “l’operazione è perfetta”. Da un certo punto di vista non ha mica torto!

Annunci
Explore posts in the same categories: Critica, Informazione

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

2 commenti su “Aosta vocata al cemento, altro che balle!”

  1. lorella vezza Says:

    A Pallu probabilmente affideranno anche la progettazione della metropolitana. Altra opera utilissima…..

  2. bruno courthoud Says:

    le commissioni edilizie, in tutta Italia ed ovviamente anche in VdA, sono un comitato di affari legato a filo più che doppio con i politic(h)iens di turno. In sede di elaborazione della legge urbanistica regionale abbiamo provato a metterci una toppa, ma è venuta fuori una poltiglia (così hanno voluto i politic(h)iens ed in particolare i sindaci, i veri legislatori in VdA) che tra l’altro non è minimamente applicata in nessun comune della regione. Forse sarebbe meglio abolirle e pensare a qualcos’altro. A livello di legislazione nazionale sono diventate facoltative e non obbligatorie.
    (Non si dovrebbe dimenticare che l’attuale legislazione urbanistica, specie per quanto riguarda la materia, è ancora regolata dalla pur lodevole legge fascista del -42).
    Forse occorrerebbe anche pensare a qualcun altro, e non al sindaco (già Podestà nella legge del -42), cui affidare la vigilanza in materia urbanistica ed edilizia.
    Ma guai a parlare di questi argomenti ai politic(h)iens, chissà perché …
    Sarebbe, in campo urbanistico, una vera rivoluzione.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: