Noir in Festival


Che Corrado Gex sia stato ucciso con il gas nervino dai S.S.S –servizi segreti sovietici? La curiosità storica di Roberto Nicco è comprensibile visto che di mestiere fa lo storico, ma che l’interrogativo lo abbia posto come deputato ci lascia un tantino perplessi. Tanto più che Mary Pace,  l’autrice del libro sul mistero (?) della morte dell’allora numero uno dell’UV, non vuole svelare le fonti da cui ha tratto le sue conclusioni. Atteggiamento che lascia ampio margine al dubbio sulla serietà delle ricerche effettuate. Corrado Gex era un politico aperto a sinistra e ai suoi tempi l‘UV andava a braccetto con il PCI, perché mai avrebbero dovuto ucciderlo i sovietici? Cavolo! Per far fuori lui ne hanno ammazzati altri sette: UNA STRAGE! Peggio che con Moro e Gex, con tutto il rispetto, non era Moro! Non siamo storici e non vogliamo scivolare nella banalità delle considerazioni da bar, certo che Nicco, con tutto il casino che c’è in Italia, non potrebbe dirigere la sua curiosità, questa volta di deputato, in altre direzioni più consone agli interessi reali della Valle e per i quali è stato eletto?

Explore posts in the same categories: Folclore valdostano, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

3 commenti su “Noir in Festival”

  1. bruno courthoud Says:

    Forse i servizi segreti sovietici avevano già profeticamente capito che patuasia sarebbe diventata l’ombelico dell’Universo.

  2. lilli breuve' Says:

    non so chi voi siate o chi tu sia,e non so quanti anni tu possa avere, ma una cosa è certa che è necessario conoscere, o aver conosciuto o esserci stato nel periodo che con tanto spregio tu menzioni prima di sputare sentenze gratuite, sono felice che chiunque tu sia abbia la verita’ in tasca lilli breuve’

  3. bruno courthoud Says:

    ho 61 anni, conosco ed ho conosciuto ben poco, non spregio affatto quello né altri periodi, non voleva essere una sentenza ma più che altro una battuta in quanto l’ipotesi adombrata sembra, a dir poco e a dire di molti, del tutto inverosimile. Non ho mai avuto nessuna verità in tasca. cordiali saluti bruno courthoud.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: